Oltre 2300 Masters post-laurea in archivio
Ultimo Aggiornamento: il 25/09/2017 alle 15:38

5 espressioni indispensabili per poter accedere a un Master in lingua spagnola

Notizia del 26/06/2015 ore 15:34

Banchi di scuola pieni di scritte e nomi incisi, la campanella che suona e l’adrenalina che sale quando il prof scorre il registro con il suo algido sguardo. Quanti di voi vorrebbero tornare almeno per una settimana al liceo? Se siete tra quelli che festeggiano i 10+ anni dall’esame di maturità, è inutile nascondervi: almeno di questi tempi, tra una prova scritta e l’altra, è impossibile sfuggire alla malinconia degli anni delle “sudate carte”.

Ma voi, che la maturità l’avete raggiunta (almeno sulla carta) e nel frattempo avete anche preso una laurea, avete l’opportunità di crescere ancora: avete mai pensato di frequentare un master professionale magari in un paese straniero e prendere due piccioni con una fava? Potrete fare un passo in avanti nella vostra carriera ed essere ancora più competitivi sul mercato del lavoro. Pensateci: quante persone conoscete che parlano fluentemente almeno due o tre lingue?

E visto che l’estate è appena iniziata, quale posto migliore della Spagna per conciliare master-lingua-vacanza? Se già parlate lo spagnolo, sarete sicuramente avvantaggiati. Ma è bene partire muniti di qualche espressione tipica del linguaggio studentesco, non vorrete perdervi il meglio o restare esclusi dalle conversazioni dei vostri compagni?

Iniziamo con le basi:

1. hacer pellas: tecnicamente “saltare la scuola” o più comunemente “fare filone/forca”.

2. el copión: il copione (imprescindibile). Abbiamo (avuto) tutti un simpatico compagno che si ingrazia il migliore della classe per attingere ai compiti a casa e in classe, no?

3. el empollón: il secchione. Quello che tutti dicono “a scuola è il primo della classe ma nella vita non se la sa sbrogliare” (lo stesso che oggi lavora come ricercatore negli Stati Uniti!).

4. catear: bocciare. Commentare sarebbe come rigirare il dito nella piaga. Il concetto è già abbastanza chiaro, no?

5. chuleta: il famoso bigliettino . Fogliettini di carta, tatuaggi improvvisati con la penna o, per i più professionali, temi interi arrotolati nella mitica cartucciera. I bigliettini li abbiamo fatti proprio tutti, che sia per appuntare declinazioni intere di greco o che per segnare formule di matematica e fisica impossibili da memorizzare. E se così non fosse, chi fu senza bigliettino, scagli la prima pietra!

Se volete prima misurare il vostro livello di spagnolo, potrete farlo rapidamente e gratuitamente qui, con i test online di ESL – Soggiorni linguistici.

Ultime Notizie dai Master

Business school: la sfida è in mare aperto

Notizia del 25/09/2017 ore 15:38

Dal 28 settembre al 1 ottobre, a Santa Margherita Ligure, SDA Bocconi e Yacht Club Italiano, in partnership con Rolex, organizzano la Rolex MBA's Conference and Regatta, la manifestazione velica internazionale che coinvolge 20 tra le migliori scuole del mondo e 390 studenti mba.

Un nuovo MBA per la Business School internazionale ESCP Europe

Notizia del 22/09/2017 ore 15:58

Il Campus di Torino inaugura l'Anno Accademico 2017-2018. L'astronauta e imprenditore Maurizio Cheli e i top manager Clarence Nahan (Mediobanca), Enrica Satta (Elica) ed Enrico Contini (Lavazza) padrini d'eccezione dei programmi di studio che continuano ad attirare sempre più studenti da tutto il mondo.

SDA Bocconi: 6 borse di studio per l’Executive MBA Week-End

Notizia del 21/09/2017 ore 17:28

Due contributi sono riservati a candidate donne che si distinguano per un profilo di eccellenza.

Laurea honoris causa in Psicologia clinica e della salute conferita al Dalai Lama dall'Università di Pisa

Notizia del 21/09/2017 ore 12:16

L’Università e la città di Pisa, centro mondiale degli studi sulla mente per due giorni grazie al simposio internazionale “The Mindscience of Reality”. Ospite d’onore, il Dalai Lama.

Master in Energia e Ambiente a Venezia: un corso sulla sostenibilità di imprese e territorio

Notizia del 20/09/2017 ore 16:16

Le iscrizioni chiuderanno il 27 novembre e le lezioni partiranno a gennaio 2018.