Oltre 2300 Masters post-laurea in archivio
Ultimo Aggiornamento: il 21/08/2017 alle 18:52

Il Master in Finanza Aziendale Meliusform: l’Uscita di Sicurezza dalla Finanza speculativa.

Notizia del 02/03/2012 ore 08:55

Il Master in Finanza Aziendale Meliusform: l'Uscita di Sicurezza dalla Finanza speculativa.

Nel corso di questi ultimi anni i privati,le famiglie, ma anche le imprese hanno sviluppato un certo atteggiamento di distanza e diffidenza dalla Finanza e dai suoi strumenti derivati. Eppure in questo contesto di generale sfiducia dalla materia la Scuola Meliusform propone la XV edizione del Master in Finanza Aziendale.

Dott. Astolfi perché un Master in Finanza Aziendale? Non le appare un po' anacronistico parlare di Finanza in tempi in cui è cresciuta una certa ‘distanza' e ‘diffidenza' dalla materia e dai suoi strumenti e dove vi è stata una forte demonizzazione della finanza stessa, presa spesso come vero colpevole della più grande crisi del dopoguerra?
Al contrario. Oggi più che mai, a mio avviso, occorre insegnare Finanza e far capire che esiste una ‘Finanza reale', quella che si lega alle scelte di investimento pubbliche (in beni di interesse collettivo) e private (d'impresa), ed una finanza fittizia, irreale che per troppi anni ha separato l'attività produttiva da quella speculativa e che ha determinato lo stato in cui versano oggi molti sistemi economici.

Quindi esiste una Finanza buona ed una cattiva?
Si, come quasi in tutte le cose. Ricorda la frase che dice il padre (Martin Sheen) al giovane ambizioso figlio (Charlie Sheen), agente di borsa desideroso di far carriera, nel celebre film di Oliver Stone, Wall Street?
"Smetti di andare per dollari facili, e produci qualche cosa nella vita! Costruisci, invece di vivere sulla compravendita degli altri".
Il film, e la frase in questione – che mi sembra sintetizzi al meglio tutta l'essenza del messaggio di Stone -, non è una critica alla finanza e al capitalismo in quanto tale, ma della ‘finanza cattiva' e dei suoi eccessi speculativi. Quando il regista Stone diresse nel 1987 il film non poteva immaginare fin dove sarebbe arrivata quella finanza e a quale ‘caos' o ‘mostruoso videogame' ci avrebbe fatti entrare senza capirlo e senza volerlo (come dice Giulio Tremonti nel suo ultimo libro, "Uscita di Sicurezza").
Occorre, quindi, riportare la Finanza ed i suoi insegnamenti su una base meno ‘creativa' e più ‘reale', facendo capire che la finanza è uno strumento a disposizione delle famiglie, delle imprese e dei governi per svilupparsi, crescere e fare investimenti produttivi e redditizi, non come mezzo di arricchimento attraverso il suo distorto uso speculativo nei mercati mobiliari.

Insomma una Finanza più etica?
Assolutamente sì, quello che la nostra Scuola, da oltre 15 anni, cerca di insegnare e trasferire ai propri partecipanti e che oggi più che mai è diventato così attuale; non perché non lo fosse anche nei primi anni dei nostri insegnamenti (quando il Master era sotto il brand Midiform) quanto perché è cambiata la percezione e la sensibilizzazione del corsista in tema di finanza. La finanza intesa come mezzo etico di gestione della cosa pubblica e privata; noi di Meliusform lo insegniamo da sempre e fin dall'inizio avvertivamo i nostri corsisti delle perversioni in cui si stava avvitando il sistema finanziario internazionale e a quali rischi andavano incontro le aziende ed i mercati. I partecipanti ai nostri Master in area Amministrazione, Finanza e Controllo delle passate edizioni della Scuola si rammentano di questi insegnamenti ed hanno apprezzato, con le loro numerose testimonianze, la correttezza e l'etica del nostro messaggio.

Sembra di capire allora che tutti i soggetti economici, di cui in prima linea le imprese ed i suoi uomini, possano ancora difendersi da questa situazione di crisi purchè sappiano fronteggiarla con una attenta e competente gestione della finanza?
Esattamente. I master Meliusform, in ragione delle considerazioni precedenti, si propongono proprio di infondere una giusta conoscenza ‘etica' della finanza, attraverso un percorso formativo lineare e progressivo. I master intendono sviluppare nel partecipante la capacità di analizzare e gestire in modo unitario ed integrato le principali problematiche connesse con la finanza d'impresa, ed al contempo accrescere in lui le capacità di lettura, interpretazione e giudizio delle variabili macro e micro economiche.

Quindi, se ho ben compreso, i destinatari di questi master non sono solo coloro che intendono assumere ruoli manageriali , ma anche coloro che prima o poi dovranno fronteggiare la finanza nella gestione delle loro imprese?
Ha perfettamente compreso. La finanza, soprattutto quella ‘buona', invade trasversalmente ogni decisione di impresa. Per rispondere più correttamente alla sua domanda bisognerebbe capire il ruolo che assume il ‘decisore finanziario' nel complicato quadro di crisi internazionale in cui versano attualmente i mercati finanziari e quindi le aziende. Chi è chiamato a prendere decisioni in azienda (e non alludo solo alle figure manageriali) non può oggi prescindere dal confrontarsi con la Finanza e quindi comprendere le logiche che sono sottese ad una sua gestione, soprattutto in questo periodo congiunturale in cui la carenza di risorse finanziarie mette in pericolo il raggiungimento degli obiettivi programmati e pianificati dalle imprese.
Stiamo assistendo ad un cambiamento, mai verificatosi dal dopoguerra, che investe indistintamente e trasversalmente tutti, anche se in prima linea coinvolge principalmente le imprese, chi ci lavora e chi, nell'ambito di esse è chiamato a prendere delle decisioni finanziarie.

E' così difficile prendere delle decisioni in azienda?
E' senza dubbio più complesso di quanto non lo fosse appena un decennio fa, perché occorre confrontarsi con più variabili strategiche e più difficilmente prevedibili. Ci troviamo inoltre nella situazione in cui c'è una forte insicurezza diffusa tra i manager che limita ed in alcuni casi blocca i processi decisori e lo sviluppo delle imprese (soprattutto negli investimenti). Questa incertezza si riflette anche nello sviluppo di nuovi modelli di pianificazione e di programmazione aziendale con l'effetto di generare un sostanziale immobilizzo e paralisi economico-finanziaria.

Mi sembra di capire, quindi, che le conoscenze legate alla gestione economico-finanziaria di un'impresa non possono essere più ad appannaggio esclusivo delle sole figure manageriali, ma che si debbano estendere e condividere anche con altri soggetti?
Esattamente, sia appartenenti alla stessa organizzazione imprenditoriale e sia collegati ad essa per altri legami economici (pubblica amministrazione, banche, assicurazioni, associazioni, ecc.). Non è un caso che alla sua prima domanda abbia risposto volutamente utilizzando il termine ‘decisore finanziario' anziché ‘manager finanziario', in quanto a mio avviso è assolutamente necessario che la ‘Finanza d'impresa' (quella ‘buona') diventi materia compresa e alla portata di ‘molti' (e non di pochi) se vogliamo ritornare ad essere un paese con una forte vocazione imprenditoriale e quindi con un potenziale di crescita e di sviluppo competitivo sui mercati.

Master Executive in Finanza aziendale – Milano – Roma – Napoli


 

Ultime Notizie dai Master

Master in Sustainable Blue Growth: presentato un nuovo corso all'Università di Trieste

Notizia del 21/08/2017 ore 18:52

Il corso è organizzato in collaborazione con l'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS). Le iscrizioni sono aperte fino al 5 ottobre.

SDA Bocconi: in corso le iscrizioni all'Executive Master in Finance

Notizia del 18/08/2017 ore 11:28

EMF è un Master a week-end alternati rivolto a executive che vogliono dare una spinta propulsiva alla propria carriera nel mondo della finanza acquisendo un alto livello di specializzazione e sviluppando l’attitudine alla leadership e al networking.

Master in Hospitality and Tourism Management di ESCP Europe: iscrizioni aperte fino al 31 agosto

Notizia del 17/08/2017 ore 17:24

Il piano didattico prevede sessioni d’aula in Europa (Madrid e Torino) e un seminario di 2 settimane a New York (USA), stage (4 mesi minimo), attività di sviluppo professionale e moduli di specializzazione alla Cornell University School of Hotel Administration (NY).

Master in Progettazione, Costruzione e Gestione delle Infrastrutture Sportive: a Milano un corso di Politecnico e CONI

Notizia del 16/08/2017 ore 13:24

Sono aperte fino al 15 settembre le iscrizioni al Master in Progettazione Costruzione Gestione delle Infrastrutture Sportive, organizzato dal Politecnico di Milano insieme a Coni Servizi SpA, Federazione Italiana Giuoco Calcio (Figc) e Istituto per il Credito Sportivo (Ics).

IED Venezia: al via a novembre un corso di alta formazione in Glass Design

Notizia del 14/08/2017 ore 18:13

Il corso, promosso da IED Venezia in collaborazione con importanti istituzioni e aziende del settore, fornisce una formazione accademica, artistica e pratica attraverso un approccio dinamico capace di far dialogare tra loro il mondo del vetro e quello della progettazione, le eccellenze artigiane e il design.