Oltre 2300 Masters post-laurea in archivio
Ultimo Aggiornamento: il 20/10/2020 alle 13:05

“La Sapienza” porta nelle università cinesi un corso avanzato su energia ed ambiente

Notizia del 24/02/2004 ore 11:26

Il corso avanzato in Management dell’Energia e dell’Ambiente (Advanced Short Course on Management of Energy and Environment) è frutto dell’accordo di collaborazione tra il Dipartimento di Meccanica ed Aeronautica della Facoltà di Ingegneria de “La Sapienza” e la Southeast University di Nanjing (Cina).


Ogni anno più di diecimila studenti cinesi vanno a studiare all’estero, prevalentemente presso Università statunitensi, inglesi, francesi, tedesche, mentre solo pochi vengono in Italia soprattutto a causa della scarsa informazione sulle nostre Università .
L’iniziativa, promossa dal prof. Vincenzo Naso, ordinario di Sistemi Energetici, nasce quindi per favorire uno scambio coordinato, continuo e regolare tra studenti e docenti allo scopo di sviluppare, nel breve e medio termine, piattaforme di ricerca comuni ad entrambi i Paesi.


Il programma didattico del corso sarà adattato alla complessa realtà del comparto energetico cinese sottoposto ad un processo di industrializzazione senza eguali nella storia del Paese più popoloso del mondo.


Nell’ambito del corso verranno affrontate le problematiche del settore energetico con particolare attenzione agli aspetti legati alla sostenibilità economica ed ambientale della gestione energetica.
Le lezioni, in lingua inglese, avranno inizio il 16 febbraio e si svolgeranno nelle sedi delle Università cinesi che hanno aderito al progetto.
Il corpo docente è formato da professori universitari de “La Sapienza”e prestigiosi esperti del settore provenienti da istituzioni pubbliche e private, già intervenuti nell’ambito del master universitario di II livello in “Management dell’energia e dell’ambiente” giunto al quarto ciclo di attivazione presso l’Ateneo.


Nel 2003 la Cina ha raggiunto un prodotto interno lordo di 1.250 miliardi di dollari, superando in valore assoluto il Pnl italiano e posizionandosi così quale sesta potenza industrializzata del mondo.
Questo importante sviluppo economico si riflette anche sui consumi energetici: nel 2015 la Cina doppierà gli stessi Stati Uniti per importazioni di petrolio dal Medio Oriente, sconvolgendo così gli equilibri attuali tra Paesi esportatori e i principali consumatori. Il nuovo partecipante asiatico sarà così in grado di dettare, almeno in parte, le proprie condizioni alla comunità internazionale dell’energia. Tuttavia rispetto agli altri grandi Paesi in via di sviluppo quali India, Corea del Sud e Brasile, in Cina l’intensità energetica (consumo di energia per unità di Pnl) è diminuita negli ultimi due decenni in quanto ad una crescita del Pnl fino al 10% all’anno si è contrapposta quella del consumo energetico limitata al 5% annuo durante lo stesso periodo.


La Cina ha così mostrato come crescita della ricchezza economica e consumi energetici non debbano essere correlati in modo solo crescente. Resta però ancora moltissimo da fare dato che numerose industrie, in particolare nel settore della generazione elettrica, consumano tuttora energia in modo molto meno efficiente rispetto ai Paesi più sviluppati.

Ultime Notizie dai Master

Quest'anno il Job Day dell'Università di Parma è online

Notizia del 20/10/2020 ore 12:50

Appuntamento il 28 ottobre dalle 9 alle 16 con il tradizionale incontro di studenti e laureati con il mondo del lavoro. 105 partecipanti tra aziende ed enti istituzionali. Iscrizione entro il 24 ottobre sul Portale JOBEVENTI.

Master Tips on Internal Auditing - Università di Verona

Notizia del 19/10/2020 ore 13:00

Il Master in Internal Auditing & Compliance del Dipartimento di Economia Aziendale dell'Università di Verona organizza un ciclo di webinar gratuiti a cadenza settimanale, tenuti in collaborazione con i docenti del corso.

Master in Internal Auditing & Compliance a Verona: placement 90% con borse di studio. Iscrizioni fino 13/11/2020

Notizia del 15/10/2020 ore 12:40

Rivolto a laureati, operatori del settore e professionisti, il master prevede 400 ore di didattica frontale e 400 ore di stage aziendale, con formula weekend. E’ possibile scegliere la frequenza in aula oppure a distanza via ZOOM fino al 100% della didattica.

ContaminAction Tor Vergata University presenta la sua offerta

Notizia del 13/10/2020 ore 10:40

ContaminAction Tor Vergata University sta ricercando profili da formare sui temi più richiesti dal mercato che aiuteranno le aziende a ripartire nel post Covid-19.

ESCP Online Open Day - 29 e 30 ottobre

Notizia del 12/10/2020 ore 13:21

Ambiente internazionale e stimolante, un modello didattico ibrido e all'avanguardia e prospettive di lavoro prestigiose.