Oltre 2300 Masters post-laurea in archivio
Ultimo Aggiornamento: il 15/05/2024 alle 09:11

Museo Egizio di Torino e MAMA di SDA Bocconi insieme per costruire il futuro (digitale) delle istituzioni culturali

Notizia del 08/03/2023 ore 13:00

Come molti altri settori economici, anche quello culturale sta affrontando nuove sfide legate alla digitalizzazione e all’utilizzo di tecnologie sempre più sofisticate. In quest’ottica, anche il prestigioso Museo Egizio di Torino sta attraversando un momento di profonda trasformazione. Con quale prospettiva? Progettare nuovi spazi, allestimenti e progetti all’interno dei quali dimensione fisica e digitale possano integrarsi per favorire una trasformazione anche concettuale del museo . Da questa premessa, è nata la collaborazione tra il museo e il MAMA (Master in Arts Management and Administration) di SDA Bocconi. Perché come ha affermato Andrea Quartarone, Docente del Master e Lecturer presso l’Università Bocconi,

“le dinamiche del digitale si sviluppano e rinnovano con grande velocità, e adottare semplicemente nuove tecnologie o rincorrere nuovi linguaggi non è abbastanza, soprattutto nel settore Arts and Culture. Bisogna munirsi di un mindset diverso, strutturato sulle caratteristiche specifiche di ciascuna istituzione culturale, che ci permetta di progettare partendo dalle necessità e dalle opportunità cui il presente ci chiede di rispondere, ma sempre e necessariamente guardando al lungo periodo. Un approccio che il Museo Egizio e SDA Bocconi condividono e che intendono valorizzare grazie a questa nuova collaborazione, in uno scambio di valore molto significativo.”

Il progetto ha preso avvio l’8 febbraio con un evento in cui Samanta Isaia ed Enrico Ferraris – rispettivamente Managing Director e Curatore del Museo – hanno coinvolto gli studenti del MAMA per comunicare loro i principali obiettivi della partnership: esplorare, identificare e proporre nuove soluzioni per implementare la dimensione digitale dei nuovi allestimenti del Museo, con un focus particolare sulla digital experience dei visitatori sia on-site sia online. Come ha ricordato Isaia, “una delle domande alla base della trasformazione delle istituzioni culturali è: che cosa può fare il digitale per un museo e cosa un museo per il digitale? Lo scambio è proficuo e non solo di natura economica: è una sinergia che apre a spazi di conoscenza e di fruizione nuovi, innovativi e ancora inesplorati. Riponiamo grandi aspettative nella collaborazione con gli studenti del MAMA, in virtù della loro capacità di arricchire la vita del Museo grazie a uno sguardo fresco, giovane e sperimentale. Siamo noi del Museo che possiamo imparare da loro!”

Il 9 febbraio, inoltre, gli studenti del MAMA hanno potuto visitare il Museo Egizio guidati da Enrico Ferraris e Maria Elena Colombo, Responsabile interpretazione, accessibilità e condivisione del Museo. È stata l’occasione per raccogliere altre informazioni preziose per la formulazione delle proposte da parte degli studenti: da un lato, è stato possibile approfondire il rapporto tra contenuto, curatela e narrazioni; dall’altro, sono state messe in luce le principali dinamiche di experience ed engagement digitali volte a migliorare la fruizione dei percorsi museali.
La nuova collaborazione tra Museo Egizio e SDA Bocconi, dunque, si preannuncia ricca di stimoli e opportunità per entrambe le organizzazioni. Il Museo avrà modo di sperimentare una nuova metodologia di analisi, ricerca e riflessione su alcuni temi fondamentali del digitale, riservandosi la possibilità di accogliere e integrare alcune delle proposte formulate dagli studenti. D’altro canto, gli studenti del MAMA avranno l’occasione di mettere in pratica le conoscenze acquisite durante il Master, confrontandosi con tutte le sfide legate alla realizzazione di un vero progetto di innovazione museale. Ciò rappresenta uno dei metodi più efficaci per formare i futuri professionisti del settore e dare nuovo slancio alle attività di una delle più importanti istituzioni culturali non solo d’Italia, ma di tutto il mondo.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Ultime Notizie dai Master

Studentesse e studenti del Master MITA all’Università di Parma

Notizia del 15/05/2024 ore 09:11

Incontro in Sede centrale con il Rettore per allieve e allievi del master svolto in collaborazione con l’Universidad de Buenos Aires Studentesse e studenti del MITA, il Master Internazionale in Tecnologie degli Alimenti svolto in collaborazione tra Università di Parma e Universidad de Buenos Aires (Argentina), con sede a . . .

Master in Giornalismo di LUMSA: bando di ammissione 2024-2026

Notizia del 14/05/2024 ore 16:46

A ottobre 2024 prende il via l'ottava edizione del Master in Giornalismo della LUMSA Master School, il percorso biennale riconosciuto dall’Ordine dei Giornalisti per la preparazione all’Esame di Stato da Giornalista Professionista.

Nuovo Master all'Università di Siena "Il Codice Rosa: un nuovo modello di intervento nella presa in carico delle vittime di violenza"

Notizia del 14/05/2024 ore 16:14

Il Master "Il Codice Rosa: un nuovo modello di intervento nella presa in carico delle vittime di violenza", pormosso dall'Università di Siena, si propone di offrire approfondimenti sulle violenze e i maltrattamenti contro donne, minori , anziani, omosessuali, immigrati dal punto di vista fenomenologico, epidemiologico, statistico, giuridico, dei . . .

Dottorati di ricerca 40° ciclo: aperto il primo bando di concorso all'Università di Siena

Notizia del 14/05/2024 ore 15:29

Scade il 15 maggio prossimo, alle ore 14, il termine per partecipare al primo bando di concorso per i seguenti dottorati di ricerca promossi dall'Università di Siena: Diritto e Management della Sostenibilità (4 posti) Economics (6 posti – Dottorato Pegaso) Ingegneria e Scienza dell'Informazione (9 posti) Storia dell'Arte (5 . . .

Presentazione del Master di II livello in Teoria e Prassi dell'Esecuzione Penale - Uni Vanvitelli

Notizia del 06/05/2024 ore 13:34

Lunedì 6 maggio 2024 alle ore 14.30 sarà presentato il Master di II livello in Teoria e Prassi dell'Esecuzione Penale, promosso dall'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.