Oltre 2300 Masters post-laurea in archivio
Ultimo Aggiornamento: il 12/04/2024 alle 08:41

Università Cattolica di Brescia, un master per gestire i rischi aziendali

Notizia del 19/06/2012 ore 12:43

È stato presentato alle aziende e agli enti bresciani il nuovo master di secondo livello in “La gestione integrata dei rischi aziendali. Strumento competitivo e a supporto della valutazione del merito creditizio”, proposto dalla facoltà di Scienze linguistiche e letterature straniere dell'Università Cattolica di Brescia, in collaborazione con il Centro studi nazionale “Cinzia Dabrassi”, Camera di Commercio, Associazione industriali bresciana, Api industria, Banco di Brescia e Regione Lombardia.

La gestione aziendale è attività rischiosa per definizione e la sua valenza negativa può essere mitigata quando il soggetto economico e il management condividono l’esigenza di conoscere e governare gli elementi di incertezza che gravano sulla realtà operativa. Tale consapevolezza rappresenta il primo passo verso una “gestione attiva” e razionale dei rischi aziendali da realizzarsi attraverso l’adozione delle misure di prevenzione e copertura più adatte alla specifica situazione. Acquisire una cultura dei rischi, globalmente intesi, costituisce il presupposto per lo sviluppo di relazioni corrette e trasparenti con gli stakeholder, a beneficio di un livello di efficienza informativa sempre più apprezzata e richiesta dal mercato. Il master si propone di diffondere all’interno dell’impresa una “cultura del governo del rischio” volta a supportare tutte le scelte strategiche e operative delle aziende.

L’obiettivo non è quello di stratificare competenze tecniche estreme, ma di completare e arricchire il bagaglio culturale degli studenti che intendono partecipare al master, attraverso l’acquisizione di un’intelligenza emotiva e l’avvicinamento alla cultura degli enti e delle istituzioni e soprattutto creare un percorso di inserimento nelle aziende. La volontà dell’Università Cattolica e della Fondazione Dabrassi, infatti, è quella di offrire la possibilità ai potenziali studenti di poter seguire il master grazie ai finanziamenti messi a disposizione da un bando indetto da Regione Lombardia, possibile solo con un contratto di alto apprendistato della durata minima di dodici mesi, sottoscritto con imprese. La Franchini Acciai spa, attiva nella provincia di Brescia, ha già aderito al progetto, riconoscendo la fondamentale necessità di figure così specializzate all’interno di un organico aziendale.

Le domande di ammissione dovranno essere presentate entro il 15 dicembre 2012.

Fonte: www.unicatt.it

Ultime Notizie dai Master

Al via il Master Executive in Shipping Management di ForMare

Notizia del 08/04/2024 ore 17:20

Sei pronto a navigare verso nuove competenze e opportunità di carriera nel mondo dello shipping? Allora non perdere l’occasione di partecipare all’Executive Master in Shipping Management organizzato da ForMare – Polo Nazionale per lo Shipping, in collaborazione con Confitarma – Confederazione Italiana Armatori.

ASFOR: il sistema di accreditamento per i percorsi formativi

Notizia del 04/04/2024 ore 19:16

Dal 1989, il sistema di accreditamento ASFOR definisce le linee guida e gli standard di processo per qualificare la formazione manageriale di eccellenza e le istituzioni formative.

Pubblicato il Bando di iscrizione al Master di II livello in "Farmaci oncologici e radioterapia: biologia e clinica" - Uni Brescia

Notizia del 02/04/2024 ore 13:28

Sono aperte le iscrizioni alla IV edizione del Master di II livello in "Farmaci oncologici e radioterapia: biologia e clinica" a.a.

Pubblicato il Bando di iscrizione al Master di II livello in "Intelligenza artificiale, mente, impresa" di Uni Brescia

Notizia del 02/04/2024 ore 13:25

È stato pubblicato il Bando di iscrizione al Master di II livello in "Intelligenza artificiale, mente, impresa" a.a.

Commercialisti, al via a maggio Master su mercati di capitali e quotazioni

Notizia del 02/04/2024 ore 13:01

Organizzato da Consiglio e Fondazione Nazionale Commercialisti – Formazione con l’Osservatorio sul Mercato dei capitali italiani ed esteri di cui fanno parte anche Borsa Italiana, Elite, Banca d’Italia, Consob e Assogestioni Il Consiglio nazionale e la Fondazione Nazionale Commercialisti – Formazione, per il tramite dell’Osservatorio sul Mercato dei capitali . . .